Il Ponte di Carasc… 270metri di adrenalina a due passi dall ‘Ossola

Quest’anno mi sono presa bene per i ponti tibetani; a Luglio quello del Trift ( il ponte più alto della Svizzera) la scorsa domenica, uno un po’ più vicino a noi, il ponte tibetano Carasc ( il ponte più lungo della Svizzera).
Con un bel gruppetto di intrepidi camminatori, ci siamo messi in viaggio da Domodossola / Gravellona per arrivare a Bellinzona ed affrontare una domenica adrenaliniche immersi nella natura

Lasciate le auto al parcheggio della funivia ( si , si può salire anche in funivia che da Monte Carasso porta a Mornera passando da Curzùtt, antico e caratteristico borgo collinare che costituisce il punto di partenza ideale per scoprire un territorio ricco di testimonianze), abbiamo fatto due passi sulla strada cantonale per poi imboccato il sentiero della Via delle Vigne.

L’escursione è una bellissima passeggiata ad anello: si può partire da Monte Carasso, passare da Curzut, dalla chiesa di san Bernardo, arriva al ponte tibetano, scende a san Defendente, a Sementina ed infine ritorna a Monte Carasso; oppure, come abbiamo fatto noi, perché e’ meno in pendenza e con le foglie c’è rischio di scivolare, prendere il sentiero da Sementina ( dove inizia la via delle vigne) e poi scendere a Monte Carasso accanto alla funivia.

Da Sementina dove, accanto ai vigneti è presente un tratto ben conservato della linea difensiva dei Fortini della Fame , si inizia a salire verso San Defendente, in un coloratissimo bosco di castagni e betulle; da qui, dopo una breve sosta, si risale ancora per un breve tratto per iniziare poi a ridiscendere verso il ponte, che inizia a vedersi da lontano.
Lungo 270 m e pesante circa 50 tonnellate, il ponte tibetano realizzato dalla Fondazione Curzútt-S. Barnàrd, unitamente a tutte le opere collaterali tra il 2014 ed il 2015, è stato voluto per la conservazione ed il rilancio dei monti che si affacciano sulla piana di Magadino, ricchi di vita e storia nei secoli passati ma ormai ampiamente abbandonati per lo spostamento a valle della principali attività economiche.
Questa fantastica struttura, consente di attraversare l’impervia valle che divide i comuni di Monte Carasso e Sementina. Il ponte unisce Curzutt e S. Bernardo alla Via delle Vigne, consentendo di effettuare delle escursioni in un territorio ricco di presenze storiche, paesaggistiche ed enogastronomiche ( per gli appassionati di vino ci sono diverse cantine).
Ancorato ad una quota di 696 m, nel punto centrale il ponte s’innalza a ben 130 m dal suolo.
Il camminamento, largo un metro scarso, è in legno di larice. Percorrerlo è un’esperienza unica che, grazie alle importanti misure di sicurezza, coinvolge escursionisti esperti, giovani intrepidi e famiglie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo tremila foto di rito… E soprattutto preso un po’ di coraggio…. Abbiamo iniziato ad attraversare questo imponente ponte tutti insieme! Ah caspiterina, dondola un po’ quando si è in su in tanti… Una forte emozione attraversarlo! Che grandi!!!

Arrivati in fondo e scattato tante foto, abbia ripreso a salire per un po’ , per poi ridiscendere su una bellissima mulattiera fino alla Chiesa di San Barnard/ San Bernardo, monumento nazionale.

L’edificio di origine romanica, e’ una sosta obbligata per i numerosi affreschi; sorge a metà montagna, adagiata su un poggio circondato da selve castanili; è un antico luogo sacro delle genti che un tempo popolavano la collina.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si rimane incantati quando si accede all’interno della chiesa: una serie ininterrotta di affreschi fasciano le pareti con vivaci colori, datati dal 300 al 400 secolo.
Vista l’ora e la pancia che iniziava a brontolare, ci siamo fermati per un leggero pranzetto….

Rimessi in cammino, ci siamo fermati a Curzut, l’ex villaggio di Monte Carasso (dove è presente anche un ostello) , dove ci siamo divertiti un po’….

Ripresi dalle forti emozioni abbiamo ripreso la bellissima mulattiera che, tra scalette in sasso e stradine ci ha portato al Monte Carasso, dove avevamo parcheggiato.
Abbiamo trascorso una bellissima e solare domenica alla scoperta di posti nuovi e suggestivi in compagnia ed allegria, tra risate e adrenalina.
Ancora alcune escursioni senza neve… E poi.. Ci prepariamo a fantastiche ciaspolate!!

Daniel@

Per sapere di più su escursioni, visite guidate , corsi di NW o laboratori per bambini consulta il mio sito http://www.visitaossolaelagomaggiore.com

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...