Ciaspolando con mamma e papà al Parco Veglia Devero

Settimana scorsa siamo finalmente riusciti ad organizzare una giornata dedicata alla famiglia, di qualsiasi tipo…., in montagna, al Parco Veglia Devero.

Finalmente anche i genitori sono venuti in montagna durante le giornate chiamate “escursione da ragazzi”, escursioni su misura solo per loro, rivisitate per l’ inverno come ” ciaspolate da ragazzi” e questa volta riadattata anche per mamma e papà.

Piccoli ed adulti insieme per condividere emozioni, divertimento e perché no imparare a stare in montagna in sicurezza insieme.
Pronti a partire alla scoperta di un giovane parco, infondo è nato solo nel1995 come Parco Veglia Devero, i ragazzi con ai piedi le ciaspole per la prima volta, sembrano divertirsi a calpestare sia neve fresca… quella poca che c’è… che battuta.

Fermandoci qua e lá per il percorso a spiegare gli animali che popolano il Devero e le piante che si incontrano, siamo arrivati all’incantata località di Crampiolo. Qui, un po’ affamati, abbiamo giocato …una piccola gara…palle di neve … genitori contro ragazzi.
Dopo tante risate, la fame ha preso il sopravvento su di noi, entrati alla Baita dal nostro amico Achille, abbiamo pranzato con tante cose buone, polenta con carne, formaggio, verdure e funghi, per concludere con un buon dolce della casa.

Con la pancia piena, siamo andati su per la diga.. che fatica camminare dopo aver mangiato tanto… arrivati, alcuni ragazzi si sono divertiti a fare come i pinguini… Come dite?? Non sapete come si fa il pinguino?? Beh innanzitutto si cerca una discesa sul lago ghiacciato, dove non ci sono sassi esposti naturalmente, ci si inginocchia ..poi pancia sulla neve… e pronti?? Si scivolaaaaa!!!

Rimessi in piedi, abbiamo attraversato il lago, alcuni con un po’ di paura di farsi un bangnetto fresco… onestamente più i genitori che i ragazzi… poi quasi di rientro a Crampiolo, ho tirato fuori dal mio zaino uno strumento che mi fa compagnia in questa stagione e che è molto importante se si vuole andare sulla neve….l’apparecchio di ricerca dei travolti in valanga, comunemente noto come ARTVA, ed i suoi due compagni d’avventura… pala e sonda.

Dopo aver spiegato come si possono e devono utilizzare, abbiamo fatto un caccia al…genitore…
I genitori, con un artva in mano si sono nascosti e noi piano piano… con l’altro, li abbiamo cercati.
In modo divertente hanno imparato l’utilizzo di questo utile strumento, spero che ne sia valsa la pena.image
Ormai la giornata stava terminando.. piano piano… con calma e sorrisi… siamo ritornati alla piana, terminando così l’itinerario… Stanchi ma soddisfatti della giornata.
imageCome sempre i miei piccoli camminatori non mi hanno deluso…
bravini… anche le mamme ed i papà!!! Niente male direi!!
La prossima, sempre se nevica, a fine mese… Ci state???

Tutte le informazioni e prenotazioni su wwww.visitaossolaelagomaggiore.com
Tranquilli… Ai vostri piccoli ci penso io…

image

Daniel@

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...